Lo spettacolo “Che si trovino male” a Bellarte (25-27 nov)

DOVE
Teatro Bellarte
via Bellardi 116, Torino

QUANDO
Giovedì 25 novembre, ore 21.00
Venerdì 26 novembre, ore 21.00
Sabato 27 novembre, ore 19,00

Stagione Over the Rainbow di Fertili Terreni Teatro
www.fertiliterreniteatro.com

BIGLIETTERIA
Fertili Terreni Teatro dà ai suoi spettatori la possibilità di decidere quanto pagare il proprio il biglietto,
scegliendo fra tre opzioni: €8 / €10 / €15*

CENA CON ARTISTA
Venerdì 26 novembre gli spettatori possono partecipare a una cena in teatro con la compagnia, un momento di convivialità per approfondire il lavoro sviluppato dagli artisti. Il costo aggiuntivo per la cena è di 14 €

PRENOTAZIONI
Mail:  biglietteria@fertiliterreniteatro.com
Telefono e Whatsapp: 331 3910441 (orario lun-ven ore 15-18)

Qual è il valore della scuola e dell’educazione nella società?

Che si trovino male è uno spettacolo inedito che cerca di investigare la tematica dell’educazione e della scuola, intesa come possibilità di tirar fuori dall’individuo le condizioni dell’essere cittadino di domani.

Lo spettacolo racconta la storia di Lara Ledda, maestra sarda che, negli anni Sessanta, si trasferisce a Roma e si ritrova ad insegnare in una classe di borgata. In questo villaggio di baracche, Lara scopre un’umanità di immigrati, prostitute e travestiti. Nella sua nuova classe conosce: Esterina, di 11 anni, che dice di avere un fratello trombettista di cui parla continuamente anche se nessuno le crede; Paola che ruba da quando aveva otto anni, grazie agli insegnamenti del padre; Ortensia che ha una sorella zoppa, ma bellissima, che canta nelle osterie e si dice faccia sparire la gente. Lara si trova a sperimentare un nuovo modo di fare scuola attraverso cui le alunne, dal sentirsi gli scarti di una scuola e una società che le rifiuta, intraprendono un percorso verso la consapevolezza e la dignità.

Lo spettacolo unisce teatro e musica dal vivo per una narrazione semplice, leggera e innovativa

Che si trovino male è un monologo in forma di lettere, in cui si intrecciano le narrazioni dei due personaggi: Esterina, bambina degli anni ‘60, e Lara Ledda, la giovane maestra della classe di Esterina.
Il loro ambiente di ricordi evoca un’ulteriore presenza, sonora e musicale, che dà vita a personaggi terzi della narrazione, i quali orientano le scelte delle protagoniste.

La presenza sonora traghetta l’attrice di lettera in lettera, modellando lo spazio e amplificandone gli stati d’animo. La musica e i suoni del performer dialogano con luce e scenografia, evocando spazi sociali e personali.

La drammaturgia, di Giulia Angeloni, è stata elaborata partendo dalle esperienze educative relative agli anni ‘60 e ‘70, in particolare al Movimento di Cooperazione Educativa e all’operato di alcuni educatori (Mario Lodi, Alberto Manzi, Albino Bernardini, Bruno Ciari, Lorenzo Milani, Roberto Sardelli). Il lavoro sulla drammaturgia è anche frutto di interviste a persone che in quegli anni hanno lavorato come educatori, di chi è stato allievo e anche di chi opera oggi in contesti di educazione sperimentale.

CHE SI TROVINO MALE

di Giulia Angeloni
Regia Francesca Cassottana
Con Giulia Angeloni e Simone Arlorio
Musiche dal vivo Simone Arlorio
Set e Lighting Andrea Gagliotta (Plasma)
Visual Design Kamilla Lucarelli
Costumi Alice Delfino
Distribuzione Carlotta Lando distribuzione@tedaca.it

Produzione Tedacà / Compagnia I Franchi

Stagione Over the Rainbow di Fertili Terreni Teatro

Fertili Terreni Teatro è un progetto di ACTI - Teatri Indipendenti, Cubo Teatro e Tedacà.
La Stagione Over the Rainbow è realizzata con il sostegno di Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore), Fondazione CRT, Mibact, Regione Piemonte, TAP - Torino Arti Performativa; con il patrocinio di Città di Torino, Circoscrizione I e Circoscrizione IV. Media Partner Radio Energy.