Pezzi e Arturo: due opere pluripremiate a Bellarte (26-27 febbraio)

Promo: 2 spettacoli (Pezzi + Arturo) a 6 euro ciascuno

Abbiamo voluto dedicare questo fine settimana a due promettenti compagnie che portano in scena due spettacoli pluripremiati.

- Pezzi (26 febbraio, 19.00), di Rueda Teatro, vincitore del Roma Fringe Festival 2019, spettacolo che racconta le relazioni familiari fra una madre e due sorelle, impegnate nell'azione di fare l'albero il giorno dell'Immacolata Concezione.

- Arturo (27 febbraio, ore 19.00), di Nardinocchi/Matcovich, vincitore del Premio Scenario Infanzia 2020, opera in cui due attori/registi raccontano la relazione genitoriale dal punto di vista di padri e figli

Può essere una buona occasione per scoprire, in prima regionale, il talento di due compagnie che poche volte hanno messo piede in Piemonte. Per questo, abbiamo riservato agli spettatori che vogliono vedere entrambi gli spettacoli, una promozione che permette di acquistare i biglietti delle due opere a un prezzo calmierato di 6 euro ciascuno.


Teatro Bellarte
via Bellardi 116, Torino

Stagione Over the Rainbow di Fertili Terreni Teatro

Prenotazioni
Mail: biglietteria@fertiliterreniteatro.com
Telefono e Whatsapp:
331 3910441
(orario lun-ven ore 15-18)

26 febbraio, ore 19.00

PEZZI

È l’otto dicembre. Tre donne, una madre e due figlie devono preparare l’albero di Natale. Posizionare al meglio le luci, prendere le giuste palline, decidere come e quante metterne, scegliere la punta più adatta. Una serie di operazioni che si devono fare insieme, che richiedono tempo e pazienza. La madre vorrebbe che tutto fosse perfetto, che le figlie riescano a godere della magia del Natale nonostante la recente morte del padre. Le figlie ostacolano il suo intento. La maggiore non vuole festeggiare, vorrebbe scappare, cercare un altrove a cui non pensare. La figlia minore, al contrario, vorrebbe festeggiare riproducendo esattamente il Natale passato: stesse palline, stessi regali, stessi vestiti, stesse portate, stesso numero di ospiti. Nulla deve cambiare.

Preparando l’albero di Natale, le tre donne fanno intravedere le loro paure, i loro sogni, le loro ossessioni, le loro dipendenze e fragilità. Inoltre si trovano faccia a faccia con quei ricordi che non riescono a far sbiadire. E se l'unica soluzione fosse la distruzione dell'albero di Natale?

27 febbraio, ore 19.00

ARTURO

Due registi/autori condividono lo stesso dolore: la perdita dei propri padri.
Da qui l’esigenza di andare loro direttamente in scena, senza l'ausilio degli attori, per descrivere la relazione genitoriale da due diversi punti di vista: quello dei padri che si raccontano in prima persona; quella dei figli che lasciano trasparire le loro emozioni.

I due piani si invertono, si intersecano, si mischiano e a volte quasi si confondono. Sul palco si costruisce un puzzle della memoria, composto di dodici pezzi – corrispondenti ad
altrettante scene – che esplorano il tema utilizzando forme e linguaggi differenti, includendo anche momenti di interazione con gli spettatori. I titoli dei pezzi del puzzle sono scritti dagli spettatori all’inizio dello spettacolo, per poi essere mischiati e disposti nello spazio in maniera casuale.

Ciò permette allo spettacolo di avere una struttura mutevole, non replicabile e dalle “infinite” combinazioni, proprio come l’andamento della memoria.

Fertili Terreni Teatro è un progetto di ACTI - Teatri Indipendenti, Cubo Teatro e Tedacà.
La Stagione Over the Rainbow è realizzata con il sostegno di Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore), Fondazione CRT, Mibact, Regione Piemonte, TAP - Torino Arti Performativa; con il patrocinio di Città di Torino, Circoscrizione I e Circoscrizione IV. Media Partner Radio Energy.